«Oriente e occidente cristiano: la bontà ci unisce». Il 10 luglio convegno a Cercivento. Poi una mostra

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Si intitola «Oriente e Occidente Cristiano: la bontà ci unisce» il convegno che sabato 10 luglio avrà luogo a Cercivento, nella pieve di San Martino (nella foto). Il convegno è organizzato dalla Parrocchia di San Martino in Cercivento in collaborazione con le Arcidiocesi di Udine e Gorizia, il Comitato “Bibbia a cielo aperto” e il Comune di Cercivento.

A partire dalle 9.30, dopo i saluti delle autorità civili e religiose, il professor Adriano Dell’Asta introdurrà gli interventi di padre Vladimir Zelinskij (sul tema «“Mia gioia”: il fratello per San Serafino») e di padre Enzo Fortunato («San Francesco di Assisi: la bontà inarrestabile»). Al convegno interverrà anche S.E. Antonio Zanardi Landi.

 

Fino al 30 settembre la mostra sull’Icona

Sempre il 10 luglio, alle 15.30, nei locali del Centro espositivo di Cercivento si taglierà il nastro della mostra «Icona: una finestra sul mistero di Dio». La mostra espone icone di scuola russa dell’Arcidiocesi di Gorizia e sarà inaugurata alla presenza dell’arcivescovo di Gorizia S.E. mons. Carlo Roberto Maria Redaelli. La mostra resterà aperta fino al 30 settembre 2021.

Oltre alla mostra, ricordiamo come a Cercivento si possa camminare tre le opere della “Bibbia a cielo aperto“, che si sviluppa in diversi percorsi artistici tra le vie del paese carnico.

 

Per partecipare al convegno

La partecipazione al convegno ed all’inaugurazione della mostra seguiranno le norme previste per il contenimento dei contagi da COVID 19 (mascherina e distanziamento).

Per il convegno è obbligatoria la prenotazione entro martedì 6 luglio in una delle seguenti modalità:

  • dal sito www.unabibbiaacieloaperto.it
  • via mail info@unabibbiaacieloaperto.it
  • direttamente ai volontari del Comitato Una Bibbia a cielo aperto

L’accesso al convegno avverrà solo previa registrazione ed entro il numero massimo dei posti disponibili.

Si raccomanda di arrivare con almeno 15 minuti di anticipo sull’orario, per consentire la verifica dei partecipanti.

 

Per approfondire: